mercoledì 9 dicembre 2015

POESIA DI NATALE

Qualche anno fa su Facebook mi trasformavo in poetessa...

Per chi non avesse ancora deciso che regalo vorrebbe ricevere questo Natale, ecco un piccolo aiuto per una lista dei desideri firmata Red Goon.


"Caro Babbo Natale,


So che non sono una bimba speciale
Ma sai pensavo
Mentre in pigiama mangiavo
Che se non troppe cose hai da fare,
Questa breve lista che m'accingo a stilare
Potresti, se hai tempo, sbirciare.
Son tutte cose utili e preziose,
Che le mie giornate renderebbero di gran lunga più gioiose.
Ecco, direi di cominciare -
Certo, senza esagerare.
Delle scarpe di vernice di Gucci
Risolverebbero molti miei crucci.
Mi accontenterei anche così:
Se tu ti presentassi qui
Con piene le mani
Di capi d'Armani.
E perché no, un nuovo portatile HP
Che non si impalli appena vado a fare pipì.
Se mi portassi un orologio di Cartier
Ti ringrazierei in grand plié.
È vero, non lo so fare
Ma per te potrei imparare.
Un rossetto di Chanel? Ma sai cosa ti dico?
Mi andrebbe bene anche uno della Kiko.
Certo che magari...
Facendo gli straordinari...
Una pochette di Vuitton
Ma che non sia pacchiana! Una cosa bon-ton!
Non vorrei sembrare troppo superficiale
E nemmeno rozza come Paola Barale,
Per favore, portami nudo almeno in poster
Un sexy Di Caprio, o come ne "Il silenzio degli innocenti" cattiva divento come Jodie Foster!
Aggiungi pure un Johnny Depp
Con tattoo e chitarra sotto il mio lett.
Lo so, caro Santa, questa non fa rima
Ma ho un po' perso l'ispirazione di prima.
Ecco, mi sono ripresa, hai visto?
Quindi perché non mi fai apparire un David Beckham, come a Papa Francesco Cristo?
Se di qualcosa tu hai bisogno,
Io qualche chilo mi leverei di torno:
E a te volentieri li darei,
Ché tanto pure così grasso, sempre bello sei!
Se poi potessi mai più far la ceretta
Felice sarei, come Noè sulla sua barchetta. 
Scusa Babbo, forse t'ho tediato
E del tempo t'ho rubato.
Detto ciò, se come Bar Refaeli non mi puoi far diventare,
Se nè Leo, nè Johnny, nè David mi puoi portare,
Di un nostrano Scamarcio mi potrei accontentare,
Ma almeno l'esame di latino fammi passare!
Eccomi qua, ti devo lasciare
Certo, prima ti voglio ringraziare.
Hai ragione, la rima in -are è ben facile da fare,
Ma spero non per questo tu la mia lettera voglia denigrare.
Da Milano una tua ammiratrice,
Se riesci fammi felice:
Presentami Ryan Lochte, ero nuotatrice.

Mi chiamo Beatrice."


Il pennacchio è nascosto ma c'è.

B.

Nessun commento:

Posta un commento